Vai al contenuto

Come arredare il soggiorno in stile shabby chic

     

    soggiorno in stile shabby chic

     

    Oggi tra gli stili d’arredo più in voga ce n’è uno senz’altro curioso e originale. Stiamo parlando dello stile shabby chic, un modo di arredare le stanze di casa come se fossero di un’altra epoca.

    Se shabby significa “usurato”, “vecchio” “rovinato”, la parola che affianca il termine chic, vuol significare: finitura di mobili usati, capace di trasformare vecchi mobili rendendoli completamente differenti e, soprattutto, luminosi nel loro colore.

    Spesso quest’arredamento è scelto per case di campagna o seconde case dove vengono ammassati mobili che non ci piacciono più, ma che conservano ancora intatto il loro fascino antico. Allora perché non sfruttare queste antichità? Dobbiamo tener presente delle regole precise: nello stile shabby chic i vari elementi d’arredo si presentano come invecchiati ma ristrutturati con perizia e colorati di bianco.

    Questo è l’aspetto principale che caratterizza lo stile. La ricerca della luminosità è essenziale nella rivisitazione dei vari complementi d’arredo in chiave shabby. Essi devono essere in tinta unita spesso di un colore chiaro tipo avorio.

    Come arredare il salotto shabby?

     

    Alla base del lavoro di restyling ci sono la scelta del colore del mobile e l’attenzione ai dettagli che determinano la cura e gli abbinamenti d’arredo. Si può iniziare dal soggiorno perche è la parte più ampia e vivibile della casa e arredarlo in questo stile è davvero semplice.

    Vediamo, allora delle idee che possono aiutarci a creare questo stile. Innanzitutto il divano, principe del soggiorno. Esso può essere ricoperto da una tappezzeria bianca di cotone e ingentilito da cuscini di diverse forme, dove predomina il bianco e il pizzo lavorato a mano oppure i ricami a punto a croce.

    Tutte le pareti devono avere il colore bianco come guida per le cornici sia dei quadri che delle finestre e i piccoli accessori usati come tavolinetti o scatole di legno, contenitori di riviste, devono far bella figura sempre con la luminosità del chiaro.

    Soggiorno shabby chic: come realizzare un arredo perfetto

    tavolo e sedie in stile Shabby Chic

     

    Il bianco, che come abbiamo detto è il colore primario dello stile shabby chic, deve essere mixato con eleganza a delle tonalità pastello come il beige, l’avorio, il rosa e il grigio chiaro.

    Lo stile shabby chic si basa principalmente sulla cura dei dettagli e sulla scelta di elementi d’arredo unici, trasformati in vere e proprie decorazioni. Vecchi oggetti di recupero, lampade e lampadari in stile vintage, porta candele, soprammobili, specchi e cornici, gabbie per uccelli, scatole, vecchie sedie, bauli e vasi.

    Il motivo floreale è quello che meglio si presta a essere inserito in una situazione d’arredo in stile shabby; si possono utilizzare rivestimenti floreali per divani, poltrone e cuscini, così come centrotavola, tende, e tappeti. L’importante è utilizzare sempre ed esclusivamente tonalità chiare e rilassanti. Anche pizzi, merletti e tessuti artigianali sono elementi in stile shabby con cui si possono realizzare particolari davvero spettacolari.

    Iscriviti alla newsletter di Casafan

    Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

    Contenuti Premium

    Update con gli ultimi trend

    Cancellati quando vuoi