Lo scuolabus che diventa una casa mobile

Da scuolabus a casa viaggiante

Il risultato è straordinario: Hank ha utilizzato grandi finestre da 28 pollici come se si trattasse di una griglia modulare per suddividere il bus in quattro aree principali: bagno, cucina, soggiorno e zona notte (6 posti letto). Lo spazio è flessibile e può essere modificato, assumendo molteplici combinazioni, secondo la necessità.

Uno degli obiettivi primari durante la fase di progettazione è stato quello di sviluppare uno spazio che fosse il più aperto possibile. Per fare questo, Hank non ha progettato mobili o strutture sopra il bordo inferiore della finestra.

Per il pavimento e gli arredi è stato utilizzato il pavimento di una palestra dal cui legno è stato ricavato il pavimento stesso dell’autobus e tutti gli arredi. Tutto è stato studiato, progettato e realizzato per esser il più accogliente e pratico possibile.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.