Vai al contenuto

Come ristrutturare un appartamento senza spendere una fortuna

     

    Come ristrutturare un appartamento senza spendere una fortuna

     

    Chi deve affrontare dei lavori di ristrutturazione nella propria casa o in una vecchia casa in campagna, solitamente procede in questo modo. Come prima cosa cerca di quantificare l’importo dei lavori.

    Specialmente chi non è del mestiere, non ha idea di quanto possa venirgli ristrutturare l’intera abitazione. Allora comincia a chiedere preventivi oppure carta alla mano, tira giù una lista sommaria delle spese da affrontare, chiedendo in giro prezzi e consultando amici e conoscenti.

    Il tutto dipende poi dall’entità del lavoro da affrontare. Se si deve solo rifare un bagno per esempio, oppure buttare giù un tramezzo e risistemare la cucina o semplicemente sostituire il pavimento, allora carta e penna sono sufficienti per farsi un’idea dell’impegno economico che si andrà a prendere.

    Ma spesso si deve affrontare un progetto più impegnativo, che può comprendere dei lavori consistenti e importanti come isolare acusticamente e termicamente un appartamento a piano terra e poi fare anche tutti gli altri lavori di ristrutturazione. Oppure è il caso in cui l’immobile è di ampie dimensioni e necessita di tutta una serie di interventi sostanziali che prevedono nuovi impianti di riscaldamento e luce, rifare i bagni e togliere il vecchio cassetto e mettere un pavimento nuovo.

    Ristrutturare casa con pochi soldi: idee per risparmiare

    Come ristrutturare un appartamento: prima e dopo

     

    A questo si aggiunga che nel fare lavori così importanti, spesso si decide di adottare soluzioni per il risparmio energetico. In questo caso se non si sa cosa offre il mercato, la scelta diventa ancora più difficile.

    Allora se dobbiamo affrontare dei lavori consistenti, la pianificazione è importante e il budget deve essere tenuto prima calcolato bene e poi tenuto sotto controllo per evitare sprechi. E un responsabile dei lavori in gamba farà la differenza. Egli saprà guardare al potenziale della casa, proponendo soluzioni che non abbiano costi stratosferici.

    È d’obbligo per il direttore dei lavori, partire dalle cose più importanti da risolvere, pianificarle bene e poi seguire i lavori del cantiere per assicurarsi che tutto venga eseguito come progettato. Nulla deve essere lasciato al fai-da-te in questi casi, perché per la smania di risparmiare si rischia di fare degli errori che alla lunga si pagano.

    Ristrutturare casa con un budget limitato? Ecco come fare

    Ristrutturare risparmiando

     

    Un primo consiglio è non affidarsi direttamente alle maestranze, che se non dirette bene, potrebbero metterci più tempo del previsto a finire un lavoro, con conseguente aumento del prezzo iniziale preventivato. Se poi il gruppo di operai cambia strada facendo, si fa ancora più confusione perché i secondi non sanno come hanno lavorato i primi. Allora affidiamo con tranquillità l’intera gestione alla nostra persona di fiducia.

    Con un dirigente dei lavori non dovrebbero verificarsi inconvenienti irrisolvibili, perché la persona sa come mantenere la situazione sotto controllo ed è capace di condurre e organizzare il cantiere secondo tempi precisi, verificando sempre gli aspetti tecnici e risolvendo eventuali piccoli o grandi intoppi. Ricordate che il tempo è denaro.

    Anziché perderlo il tempo, un buon modo per stare tranquilli e investire bene il proprio denaro, anche quando ce n’è poco a disposizione, è quello di delegare a qualcuno competente sin da subito, la gestione dei lavori. Investire su un responsabile dei lavori vi gioverà, statene certi.

    Iscriviti alla newsletter di Casafan

    Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

    Contenuti Premium

    Update con gli ultimi trend

    Cancellati quando vuoi