Vai al contenuto

Mese di luglio: i lavori nell’orto

 

raccolto di un orto

 

Luglio è di solito il mese più caldo dell’estate e per chi ha un orto è il mese in cui si lavora di più, ma si raccoglie anche di più. Se infatti avete progettato bene la semina e il tempo è stato favorevole, a luglio vedrete come il vostro orto vi ripagherà dell’impegno preso. Potete comunque continuare a seminare anche in questo mese, sia nuove piantine sia trapiantarne altre.

Essendoci molto caldo, ovviamente curate in modo particolare l’annaffiatura, che dovrà essere abbondante e giornaliera. Se avete messo delle piantine nuove, abbiate cura di difenderle dal sole troppo forte. Essendo ancora molto delicate, ne potrebbero risentire. Ma cosa si può seminare a luglio? Certamente tutti gli ortaggi che saranno pronti per l’autunno.

Quindi per esempio il radicchio, i porri, i finocchi, i cavoli e il cavolo cappuccio. A questi si aggiungano i piselli, i ravanelli, la bieta e le zucchine. Il calore favorirà la germinazione del seme e la pianta comincerà da subito il suo processo di crescita. Potete acquistare i semi da soli e piantarli direttamente nel terreno dell’orto, non c’è bisogno che passiate dal vivaio per acquistare piantine già nate.

Di solito chi ha l’orto predilige piantare le insalate, come la lattuga e il lattughino da taglio. Ma anche la rucola e la scarola non sono male. Quanto più spazio avete a disposizione, tanto più la scelta è vasta. Alcuni semi possono andare bene anche seminati direttamente nella terra aperta dell’orto. Cresceranno bene.

Cosa si pianta nell’orto nel mese di luglio?

piantine in vaso

 

È il caso per esempio dei finocchi, della bieta, dei ravanelli, dei fagiolini e del cavolo. Sarebbe invece preferibile preparare dei semenzai, utilizzando contenitori di recupero per gli altri tipi di verdure, come la cicoria, l’indivia, la lattuga e il radicchio.

Per quanto riguarda invece il raccolto, nel mese di luglio si possono raccogliere le erbe aromatiche e officinali come il timo, la senape, la menta e la profumatissima lavanda. Se poi avete degli alberi da frutta, via con le marmellate di albicocche, pesche, uva spina e susine.

Gli stessi consigli sono validi per chi non possiede un appezzamento di terra e non ha un orto da lavorare, ma ha predisposto delle piante in balcone. La coltivazione in vaso di piantine di pomodori, del basilico, della salvia o delle carote, alla fine segue le stesse regole.

Semine di luglio: cosa piantare nell’orto e cosa raccogliere

prodotti dell'orto a luglio

 

Il consiglio è quello di annaffiare bene i vasi, la mattina e la sera e controllare sempre che non vi sia ristagno nel sottovaso. Ciò danneggia la pianta, tanto quanto la poca acqua. Il raccolto delle erbe o dei piccoli ortaggi va fatto in entrambi i casi preferibilmente di sera. Così come la rimozione di eventuali foglioline secche.

Cercate inoltre di creare un po’ di ombra per le piante più delicate. Specialmente se sono in vaso potrebbero non godere dell’ombra di qualche pianta più alta che è loro vicina. Attenzione poi al calendario lunare.

Nei giorni di luna calante che sono dal 1 al 3 luglio e dal 21 al 31 luglio, seminate lattuga, cicoria e radicchio. Raccogliete le carote, i ravanelli, le albicocche e le susine sempre negli stessi giorni. Fissate poi dei giorni per i lavori di ripulitura del terreno.

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi