Vai al contenuto

Parete in cartongesso: come costruire una parete divisoria fai-da-te

 

tramezzo bianco

 

Le dimensioni della casa sono modeste? Sono nate nuove esigenze da quando hai comprato casa? Vuoi una stanza extra? Ciò che ti proponiamo, in pieno stile fai da te, è di realizzare un tramezzo in cartongesso. Che cos’è un tramezzo? Un tramezzo è composto da un telaio in legno o un telaio di prigionieri metallici fissati al pavimento, al soffitto e alle pareti, il tutto ricoperto di cartongesso. Realizzarlo è molto semplice, e con l’utilizzo di pittura e decorazioni a lavoro ultimato la parete andrà a immedesimarsi con le mura della tua casa.

Il primo passo da fare è utilizzare un rivelatore elettronico per assicurarsi di non intaccare il lavoro con cavi, tubi e travi. Ora traccia le linee guida con una matita, e fissa a terra e al soffitto le guide con tasselli ad espansione, da mettere a piombo e a distanza di 60 centimetri l’un l’altro. Infine segna, sempre con una matita, la posizione del bordo del cartongesso, sul muro originale su cui si andrà a posare.

Dopo questo passaggio abbiamo realizzato la struttura portante della parete fatta in casa, a cui andremo ad attaccare i nostri pannelli in cartongesso. Per prima cosa però, dobbiamo tagliare i pannelli di cartongesso su misura per adattarli alla nostra stanza. Potete procedere voi al taglio, o lasciarlo fare a qualche negozio di ferramenta ma ciò che è importante è rispettare le dimensioni preposte.

Assicuratisi che il taglio sia preciso si può pensare allo step successivo: l’affissione. Affiggere i pannelli di cartongesso non è affatto un lavoro sbrigativo, ma con i giusti consigli sarà un gioco da ragazzi.

Come costruire e montare delle pareti in cartongesso

tramezzo intarsiato

 

Innanzitutto bisogna assicurarsi che il cartongesso vada ad aderire completamente al soffitto, e che non lasci nessuno spiraglio. Per far ciò occorre far leva nella parte inferiore del cartongesso e spingere il più possibile per far sì che il cartongesso aderisca completamente al soffitto. Se avete fatto bene potrete proseguire con il fissaggio. Il fissaggio comprende l’utilizzo di chiodi (della lunghezza di 32 millimetri) e un martello.

Fissiamo quindi il pannello utilizzando i nostri chiodi da 32 mm e posizionandoli a intervalli di 150 mm, lungo la linea verticale vicina al bordo. I chiodi, comunque, non devono essere più vicini di 15 mm dal bordo. Posizionando tutti i chiodi per la parete, su tutti i bordi, avremo fissato definitivamente la nostra parete in cartongesso.La struttura della parete è pronta, ora bisogna farla adattare alla nostra casa e al suo arredamento.

Possiamo utilizzare pittura, mattonelle, piastrelle ma anche semplici mobili e mensole, per animarla e renderla meno spoglia. Una bella idea (come la foto sovrastante) è procurarsi (o creare) una parete intarsiata che permetta questo splendido effetto “vedo non vedo” e garantisca all’occhio un motivo alternativo. Con queste pareti potremo ottenere nuove stanze in maniera più che economica e in linea con i nostri gusti e le nostre passioni, per rendere ancora più “nostra” casa nostra.

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi