Vai al contenuto

Comprare casa e ottenere il passaporto: dove è possibile?

 

Casa con passaporto, oggi li puoi comprare dove vuoi tu: ecco come fare

 

In questi ultimi tempi si sta sviluppando un nuovo metodo d’investimento che consente a chi ha molto denaro, di trarre dei profitti incredibili da una compravendita di case. Tutto però fuori dall’Italia e il premio per questo trasporto di denaro in un altro paese è di avere anche la cittadinanza del luogo. Tutto ha avuto inizio nelle piccole Antille nell’isole di St. Kittis e Nevis. Era il 19 settembre 1983 quando il governo delle due isole chiese l’indipendenza dal Regno Unito.

In poco meno di un anno il governo del piccolo angolo di paradiso nel Mar dei Caraibi varò la legge sulla cittadinanza individuando le modalità per la sua acquisizione. Siamo ai Caraibi in un’isola verdeggiante e movimentata, di quelle perfette per fare le copertine dei cataloghi di viaggio per intenderci.

Attraverso i Citizenship by Investment Programs, adesso si può comprare una casa sul luogo, investendo nell’economia locale e si ha diritto anche alla cittadinanza e al passaporto. Per ottenere il passaporto della Federazione di Saint Kitts e Nevis basta un investimento immobiliare di 400.000 dollari o un contributo di 250 mila dollari al Sugar Industry diversification fundation, l’ente creato dal governo locale per diversificare l’economia nazionale e mantenere la stabilità economica.

C’è anche una procedura accelerata che prevede il pagamento di un minimo di 25 mila dollari e si può ottenere il passaporto entro il limite massimo di due mesi. La stessa cosa l’ha fatta anche Antigua & Barbuda. Seguendo lo stesso iter proposto da Kittis e Nevis si può anche lì comprare casa e passaporto. C’è poi l’isola di Antigua, nel Mar dei Caraibi, avvolta dal profumo del suo mare ed ornata dai villaggi in stile inglese nello scenario spettacolare delle sue spiagge bianche.

Dai Caraibi all’Europa ecco dove comprare casa e passaporto

Antigua & Barbuda di notte

 

Anche qui si può ottenere il passaporto con un investimento di almeno 400.000 dollari in un progetto immobiliare o una donazione di 200.000 dollari al National Development Fund del paese. Nel 2013 anche la nazione insulare a tassazione zero di Grenada ha reso noto il suo programma di investimento: bastano $350.000 da investire in un immobile per ottenere il passaporto.

L’isola di Grenada permette a chi la visita di trovarsi piacevolmente coinvolto in una vera e propria esperienza multisensoriale che metterà alla prova ognuno dei cinque sensi. Con l’aroma irresistibile della noce moscata, della cannella, dello zenzero e dei chiodi di garofano che pervade l’atmosfera, non c’è da meravigliarsi che Grenada venga spesso soprannominata “l’isola delle spezie”.

Ma anche senza andare oltreoceano, in Europa si può ottenere un nuovo passaporto. Qui però la posta in gioco è più alta. Per chi sta pianificando di espatriare e trovare un paese sicuro con un tasso di criminalità quasi inesistente e una serie di vantaggi di tipo burocratico e fiscale, ecco l’isola di Malta.

casa a Grenada

 

Passaporti in vendita, acquistando casa: ecco dove

Cipro

 

Uno dei vantaggi più evidenti di ottenere la residenza a Malta è la possibilità di poter beneficiare di un sistema fiscale ottimale con delle aliquote più basse rispetto al sistema fiscale italiano. Ma soprattutto si può non risentire di quelle tasse “accessorie” che purtroppo da anni nel nostro paese sovraccaricano il cittadino al punto da trasformare la nostra penisola in uno dei luoghi più tassati del mondo.

A Malta non esiste il canone televisivo, non esiste la tassa sui rifiuti, non c’è tassa sulla proprietà, e l’assistenza sanitaria gratuita è un beneficio per tutti i residenti che pagano regolarmente la Social Security Maltese. Anche in Portogallo, Spagna, Irlanda, Grecia, Lettonia, Bulgaria, Austria e Regno Unito si ottiene la residenza attraverso l’acquisto di un immobile.

In Austria il programma di cittadinanza è molto stringente: l’investitore straniero deve dare un contributo non solo finanziario ma anche sociale, come portare le nuove tecnologie per il paese o la creazione di un considerevole numero di nuovi posti di lavoro. Insomma se vi attira l’idea c’è solo l’imbarazzo della scelta.

stradine della Bulgaria

 

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi