Vai al contenuto

La “casa di riposo” più bella del mondo è in Giappone

 

Jikka house

 

In Giappone spesso gli architetti si sbizzarriscono progettando delle costruzioni che prendono spunto da altre del passato. E allora forme e colori divengono bizzarre e originali e a noi non resta che stare a guardare incantati.

E’ il caso dell’architetto di Tokyo, Issei Suma che ha progettato una casa di riposo immersa in un bosco, ispirandosi ad uno stile tipico delle abitazioni degli antichi Indiani d’America.

Essa somiglia alla tenda di questo popolo nomade e già da molti anni tanti amatori delle originalità stanno usando questa proposta architettonica in occasione di  festival, incontri, workshop, concerti.

Questa casa chiamata Jikka, è stata costruita tra i boschi Shizuoka per godere interamente del contatto con la natura e dello spettacolo che si gode dalle sue finestre. Essa è formata da cinque corpi che comunicano tra di loro creando nello stesso tempo questo effetto di una “tribù di tende”.

Immerso fra gli alberi di Shizuoka si trova un piccolo cottage dalla forma particolare e decisamente curiosa

 

La struttura è tutta di legno e le sue fondamenta poggiano su un piano di cemento anch’esso rivestito dal legno. E’ stata ribattezzata come “casa di riposo”, perché le proprietarie sono due signore anziane in pensione e svolgono attività a favore delle persone anziane.

La descrizione di questa struttura è facile perché la prima cosa che colpisce l’occhio è la sua forma a cupola. Gli interni sono di circa 100 metri quadri e sono composti da una cucina, una camera da letto in comune, un soggiorno, una camera per servizi e un bagno. Tutto l’ambiente è chiaro e arioso.

Jikka giapponese

 

La casa ha una dimensione di 100 metri quadrati ed è costruita in calcestruzzo ricoperta di legno

Jikka house piscina interna

 

La cucina è una di quelle professionali, con 5 fuochi e un’isola ampia e rettangolare. La luce del giorno è incanalata dalle porte finestre ovali, incorniciate dal legno e dalle pareti spioventi verniciate di bianco.

La casa è servita anche di una piscina senza scalini, con la possibilità di entrarci dall’esterno senza ostacoli. E’ a forma di conchiglia e la sua spirale è in armonia con il soffitto cuneiforme.

Annessi alla piscina ci sono i servizi: un lavabo rigido nella sua conformazione, il water ben in vista e naturalmente bella e singolare: la finestra a giorno. Anche la camera da letto lineare e essenziale nelle forme ben si adatta a tutto il resto.

casette giapponesi

 

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi