Vai al contenuto

Come pulire un piano cottura in vetroceramica

     

    Come pulire un piano cottura in vetroceramica

     

    Nella società odierna, la scelta di un design moderno è molto comune. Purtroppo molti dei materiali utilizzati per la fabbricazione di mobili sono sensibili agli agenti esterni e vanno curati meticolosamente. Uno degli angoli più difficili da pulire in un’abitazione è la cucina.

    Il piano cottura tende a usurarsi più facilmente a causa del calore, della contaminazione da cibo e soprattutto da prodotti aggressivi atti allo sgrassàggio. Come porre rimedio a tutto ciò?

    I prodotti che di consueto si utilizzano per igienizzare ed eliminare le incrostazioni, oltre ad essere corrosivi, sono dannosi per l’ambiente e la salute. Uno dei materiali più comuni del piano cottura è il vetroceramica. Ad oggi vi sono molti più prodotti ecosostenibili, altresì poco aggressivi sulle superfici ma gli elementi di cui sono composti, sono reperibili in natura.

    Piano cottura in vetroceramica: rimedi pulizia home made

    Piano cottura in vetroceramica: rimedi pulizia home made

     

    • Limone: Il più potente elemento naturale sgrassante. È un agrume, dunque, economico e per nulla dannoso. Basta passare delicatamente ma con decisione una metà di limone sulla zona da trattare, lasciar agire qualche minuto e rimuovere il tutto con un panno (preferibilmente in microfibra) umido;
    • Aceto: ottimo per igienizzare e disincrostare le superfici, 100% naturale, facilmente reperibile e economico. Basta diluirne una quantità proporzionale ad una di acqua, versare sulla zona e lasciarla agire per pochi minuti, per poi pulirla con una spugna morbida;
    • Bicarbonato: grazie alla consistenza granulosa combatte le incrostazioni impeccabilmente, infiltrandosi al loro interno e facilitandone la rimozione. Per utilizzarlo su un piano delicato è opportuno diluirlo con dell’acqua e mescolarlo fino a crearne una ‘pastella’, applicarlo sulla zona da trattare e lasciarlo agire per 40-60 minuti. Naturalmente la rimozione del composto dovrà avvenire mediante panno umido, con delicatezza;
    • Soluzione fai da te: creare un prodotto efficace in casa è possibile, l’importante è che contenga acido citrico, reperibile dagli agrumi o acquistabile nelle erboristerie. Una quantità di questo elemento diluito con acqua tiepida, sarà molto efficace per pulire e brillantare la superficie;
    • Pastiglie per lavastoviglie: non sono un rimedio propriamente naturale, tuttavia son molto efficaci grazie al loro composto granuloso. Applicare un po’ della sostanza sulla superficie, lasciar agire e pulire con una spugna o un panno umido. Ciò vi garantirà di non sprecare molto prodotto e non aggredire il vetroceramica.

    Per una pulizia più efficace è opportuno rimuovere lo sporco in eccesso dapprima con un semplice panno in microfibra impregnato d’acqua.

    Iscriviti alla newsletter di Casafan

    Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

    Contenuti Premium

    Update con gli ultimi trend

    Cancellati quando vuoi