Vai al contenuto

Come arredare una camera da letto anti-stress

     

    rilassarsi sul letto

     

    Entrare in camera da letto e sentirsi subito più rilassati. Questo dovrebbe essere l’effetto che vi fa quando mettete piede nella vostra camera. Ad un colpo d’occhio dovreste avere la sensazione di un luogo ordinato e pulito, pronto ad accogliervi per il meritato riposo notturno.

    Ma come si crea un ambiente del genere? Per prima cosa la stanza deve essere ordinata. Poi bisogna fare delle scelte per eliminare distrazioni e favorire il rilassamento serale. In camera da letto non vi devono essere oggetti, abiti accumulati sulle sedie o addirittura sul letto. E a parte il vostro impegno ad essere ordinati, la stanza non dovrà neanche essere ingombrata da oggetti o accessori troppo grandi.

    Può essere che abbiate comprato ad un mercatino oppure ereditato un baule della nonna e che ora l’abbiate piazzato in camera da letto, riducendo notevolmente lo spazio per muovervi. Beh, fatevi coraggio e toglietelo di mezzo. Diventerà alla lunga solo un altro piano su cui accumulare cose buttate lì alla rinfusa.

    Spesso in camera da letto è d’uso mettere una sedia o una poltrona, oppure, negli ultimi anni, un bel pouf contenitore. Le nostre nonne invece le mettevano a fondo del letto. A forza di vederle in casa dei nonni, forse avete pensato anche voi che vi sarebbero state utili?

    Camera antistress: colori per diminuire l’ansia

    poltrona in camera da letto

     

    E invece avete realizzato che non ci si siede mai nessuno e che le avete solo riempite di strati di vestiti. Togliete la sedia e appendete i vestiti al loro posto. Che dire dei cuscini? Negli anni Ottanta andavano molto di moda e spesso li si metteva anche sul letto, come degli accessori per abbellirlo.

    La sera voi li lanciate dappertutto per buttarvi sotto le coperte e alla mattina è una scocciatura tirarli sù dal pavimento. Anzi, ammettetelo spesso rimangono anche lì dove li avete lasciati. Via anche i cuscini.

    Se volete abbellire il letti puntate su un bel copriletto che abbia un colore tenue e rilassante. Il bianco va sempre bene, oppure se volete un tocco di colore in più non avete che l’imbarazzo della scelta: nei negozi di tessuti trovate ancora un’ampia scelta su tutte le novità della stagione autunno-inverno.

    Le migliori soluzioni per una camera da letto rilassante

    addormentarsi col tablet

     

    La stanza da letto deve essere il luogo dove termina la giornata e dove ci si ritira per riposare. Riposare nel vero senso della parola, significa mettere la parola “fine” a tutte le frenetiche attività del giorno. Perciò vi consigliamo di lasciare fuori dalla stanza ogni tipo di apparecchio elettronico.

    Spegnete il telefonino e lasciatelo in cucina. Lo ritroverete la mattina seguente a colazione, non temete. C’è chi ha degli sporadici risvegli notturni e la prima cosa che fa è controllare i messaggi WhatsApp o la email di lavoro. Questo certo non vi fa riprendere sonno con tranquillità. E poi, per la maggior parte delle cose, si può di certo aspettare il giorno dopo! Se la sveglia ve la da lo smartphone, eliminatela e compratene una tradizionale da tenere sul comodino.

    All’inizio potrebbe non essere facile “staccare la spina”, ma ne va del vostro riposo notturno. Togliete anche la televisione dalla camera da letto. Addormentarsi con la televisione accesa non è salutare. Meglio finire di vedere il programma in salotto, spegnere tutto e andare a letto nel silenzio della casa. Cercate di lasciare il mondo fuori e “sweet dreams”.

    Iscriviti alla newsletter di Casafan

    Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

    Contenuti Premium

    Update con gli ultimi trend

    Cancellati quando vuoi