Quale legno utilizzare per gli esterni: guida alla scelta

legno esterni

Uno dei materiali più importanti nella casa, se non il più importante, è certamente il legno. La sua capacità di trasformare l’ambiente in un ambiente caldo, che si avvicina alla natura, ecologico è la giustificazione principale al perché le persone lo scelgono. In questa guida illustreremo come, o meglio, quale legno utilizzare per gli esterni.

Il legno, come già detto, creerà un’atmosfera calda, ma non solo; l’atmosfera che verrà a modellarsi risulterà elegante e raffinata. Il legno ha inoltre diversi vantaggi, che rimangono nel tempo se mantenuto adeguatamente. All’esterno infatti sarà decisamente difficile conservare il legno al meglio e vi costerà diversa fatica.

Tra i materiali che vi consigliamo c’è il teak brasiliano, un legno decisamente duro e molto resistente. Questo legno proviene dalle foreste dell’Asia e del’Estremo Oriente, dagli alberi tropicali della famiglia delle Verbenaceae.

Conosciuto anche come cumarù, il teak brasiliano si ossida molto meno rispetto alle altre sue varianti, possedendo un eccellente resistenza agli agenti atmosferici, conservando brillantezza e colori. Altro legno in discussione è il legno detto ipè. Questa soluzione è elegante e affidabile per la pavimentazione. Considerata la sua altissima resistenza, questo legno è molto più utilizzato del teak, anche per la sua resistenza agli ambienti umidi; per questo è utilizzato anche a bordo piscina.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.