Vai al contenuto

Quando i cani e i gatti migliorano la qualità della vita

 

i cani fanno compagnia agli anziani

 

Quanta compagnia può fare un animale domestico? E un gatto o un cane in particolare? Anche gli studi scientifici confermano quanto benessere porta un animale domestico al proprio padrone, in termini non solo di compagnia ma anche di affetto e lealtà.

Specialmente per alcune categorie di persone come gli anziani e i disabili, l’animale domestico è una vera medicina per l’anima. La loro presenza in casa ravviva l’ambiente e spesso chi è rimasto solo per vari motivi, trova nell’animale un compagno che spezza la rete di solitudine e sconforto in cui inavvertitamente si può sprofondare.

Spesso quando si è in età avanzata il ritmo delle giornate si allunga perché non si hanno più tanti impegni pratici. Magari i nipoti sono già grandicelli e non c’è più tanto bisogno da parte dei figli di un aiuto materiale e quotidiano. Ognuno poi, tra lavoro e famiglia, deve fare i conti con le ore che trascorrono talmente in fretta da non accorgersi che si arriva a sera in un batter d’occhio. E ci si dimentica puntualmente di fare uno squillo al nonno solo in casa.

Per l’anziano stare solo tutto il giorno può davvero essere un peso. Il desiderio di accudire e di pensare ad un’altro essere rimane sempre vivo, perché se il corpo invecchia e un po’ comincia a cedere, il cuore no. Quello rimane sempre vigile e pronto ad accogliere qualcun altro.

Come gli animali possono migliorare la salute

mantenersi in forma con un animale domestico

 

Allora per molti la soluzione sarebbe davvero quella di occuparsi di un cucciolo di cane o di un gatto. Cani e gatti migliorano senz’altro la qualità delle giornate in vecchiaia. I benefici della compagnia di un animale domestico vengono elencati anche da una famosa rivista scientifica, Preventive Medicine.

Gli studi hanno dimostrato che le persone che hanno superato i 70 anni e che accudiscono un cane o un gatto, sono più in forma fisicamente dei loro coetanei che non hanno animali in casa. Ed inoltre soffrono di meno la solitudine.

L’anziano percepisce l’animale come uno della famiglia e il trasporto che vive verso di lui lo coinvolge talmente tanto da fargli dimenticare tristezze e piccoli acciacchi. Uscire, passeggiare e spesso parlare con il proprio animale ha degli effetti talmente benefici da essere evidenti e anche ben documentabili. Allora grazie a tutti i nostri amici a quattro zampe.

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi