Come ottimizzare l’uso del riscaldamento in casa e risparmiare sulla bolletta

Risparmia sul riscaldamento con 10 semplici consigli

In questo caso sarebbe da decidere per dei lavori che comportano un certo impegno economico ma alla lunga ne sentirete i benefici. Oltre al doppio vetro vi sono anche i serramenti termoisolanti che contribuiscono a tenere il calore fuori. Oppure potete optare per l’applicazione sui vetri singoli di film trasparenti termoisolanti. Non sarà la stessa cosa, ma meglio di niente.

D’inverno cercate di arieggiare gli ambienti solo nelle ore più calde e quando la casa prende il sole. E fate questa operazione non nelle prime ore della mattina quando rischiereste di perdere tutto il calore accumulato nella notte. Assicurate una regolare pulizia e manutenzione della caldaia e dei caloriferi. Nelle ore notturne spegnete i riscaldamenti.

Se la mattina la casa vi sembra davvero insopportabile per il freddo, regolate il timer perché i termosifoni si riaccendano un’oretta prima della sveglia. In commercio si possono trovare diversi tipi di termosifoni: il calorifero di ghisa non permette un riscaldamento perfettamente temporizzato, perché il periodo di riscaldamento e di raffreddamento non sono immediati. Ma questo tipo di termosifone continua a scaldare la casa anche dopo che la caldaia si è spenta. La stessa cosa, anche se in misura minore, accade per l’acciaio.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.