Zona notte, zona giorno: come staccarle

zona notte piano inferiore

Altra possibilità, sono i pannelli, ampiamente popolari e apprezzati. Queste ante movibili possono aprirsi e chiudersi gradualmente, permettendo di dividere zona notte e zona giorno. Ne esistono di tanti tipi, legno, vetro, naturali e artificiali.

Per le pavimentazioni, invece, potremmo optare per uno stacco tra zona giorno e zona notte, permettendo anche alla vista di accorgersi facilmente che si sta per entrare in un altro ambiente, ben diverso da quello in cui si è. Il parquet è la scelta migliore, perché dà calore, mentre per il soggiorno è più adatta la resina.

Andiamo avanti con il vetrocemento, drastica opzione per separare le due zone in questione. La soluzione “drastica” consiste nell’erigere una parete di mattoni in vetro. Otterrete una parete trasparente e poco invadente. Tutto sommato, una buona soluzione.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *