Come (e perché conviene) usare una pentola elettrica a cottura lenta

pentola cottura lenta

Quante volte ci siamo ripromessi di cambiare le nostre abitudini alimentari e convertirci a uno stile di alimentazione più sano e più “verde” con la massiccia presenza di frutta e verdura ed eliminando quelli che sempre di più si stanno scoprendo come cibi dannosi. Cambiare prodotto che andiamo a mangiare non è l’unico metodo per una cucina più sana, esistono in commercio infatti delle pentole chiamate ‘a cottura lenta‘, che permettono di mangiare “al naturale“.

Come funzionano le pentole a cottura lenta? Le pentole in questione hanno un fondo molto spesso e le stesse sono realizzate in materiali che permettono di non utilizzare il grasso aggiuntivo come olio.

Un altro particolare da non sottovalutare nelle pentole a cottura lenta è la presenza del coperchio, di forma particolare. Le pentole sono adatte alla cottura lenta di molte pietanze, come carne, stufati, verdure ecc. Potrete prepararci il ragù o qualsivoglia condimento per la pasta, oltre che la pasta stessa.

Ne esistono di diverse forme, colori, grandezze ma soprattutto di diverse funzionalità e materiali. Ebbene si, a seconda del materiale utilizzato, le varie pentole possono risultare più o meno adatte a cucinare determinati tipi di cibo in determinati modi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.