Come coltivare il ciclamino

ciclamino

Il ciclamino può essere coltivato in vaso o in giardino, nel terreno comune. Essa è una pianta che appartiene alla famiglia delle Primulacee, tra le quali spicca la varietà più famosa, ovvero il ciclamino di Persia. In genere sono coltivati come piante ornamentali, considerante il gradevole odore che emanano.

La varietà più diffusa è senza dubbio la Cyclamen persicum, proveniente dall’Asia Minore. Si possono facilmente riconoscere dalle foglie cuoriformi che possiedono un colore verde intenso e per i fiori color rosato. Possono però, nelle varie specie di ciclamini, essere di colori bianchi, rosa, rossi e porpora.

Per coltivare i ciclamini in giardino dovrete creare un’aiuola apposita, mentre se opterete per la coltivazione in vaso avrete diversi benefici come la possibilità di coltivare i ciclamini in casa, metterli al riparo nei casi di clima rigido, di inverno.

La semina dei ciclamini dovrebbe avvenire tra luglio, agosto e settembre, i mesi più caldi dell’anno. Avverrà in una cassetta di legno con terriccio ricco di hummus per poi trasferire le piantine in vaso. Il trapianto potrà avvenire solo se le piantine avranno almeno 2 foglie. La germinazione dovrebbe avvenire al buio, in un luogo fresco, e lasciate a riparo i semi per 15-20 giorni di germinazione.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.