Questi Comuni offrono incentivi e bonus per viverci

Sono definiti borghi a rischio scomparsa oppure anche comuni in polvere e sono quei piccoli territori che stanno pian piano perdendo i loro abitanti. Molti di questi sono internazionalmente riconosciuti e conosciuti per la loro bellezza e fanno parte del nostro patrimonio artistico e storico, oltre che sono la soluzione per chi non riesce a trovare casa in città.

Considerato il problema del fuggi fuggi che i residenti di questi piccoli borghi stanno mettendo in atto, i sindaci dei rispettivi comuni hanno preso misure per salvare i borghi. Il nostro paese è costituito da circa 6 mila comuni, nei quali spesso non ci sono più di 5 mila abitanti per comune.

Questa scelta di vita è oramai incentivata dai sindaci che combattono lo spopolamento del proprio comune. Un esempio? Nella foto in testa all’articolo osserviamo Civita di Bagnoregio dove i turisti, tenetevi forte, pagano. Infatti, le misure di incentivo per gli abitanti del borgo sono ottenute dalla tassa che devono pagare i turisti per visitare il borgo. Il prezzo è di 3 euro nei giorni feriali e 5 nei giorni festivi.

Il borgo è stato spesso set di film importanti. Per portare qualche numero, nella settimana pasquale il comune ha incassato 100 mila euro. La politica per il ripopolamento abbassa nettamente le tasse o le cancella, comprende inoltre mensa scolastica, scuolabus e parcheggio. Inoltre rende ad ogni famiglia (sotto un certo reddito) 500 euro.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.