Vai al contenuto

Scaldabagno elettrico: come funziona e come risparmiare

 

scaldabagno

 

Chiamato boiler elettrico o scaldabagno elettrico, questo elemento è indispensabile per riscaldare l’acqua in bagno. Si tratta di un dispositivo innovativo, che mediante il suo sistema, lavora molto velocemente per portare l’acqua del vostro bagno alla temperatura calda desiderata. È spesso utilizzato quando l’impianto idraulico della casa non riesce a soddisfare la richiesta di erogazione di acqua relativamente calda.

Prima di acquistarne un qualsiasi tipo conviene tener conto di più fattori come le dimensioni, il costo e la classe energetica. Inevitabilmente, sarà vostro compito acquistare uno scaldabagno che sì, soddisfi le vostre esigenze, ma che non vada troppo oltre per evitare sprechi. Calcolate in maniera semplice la quantità di acqua che in famiglia consumate. Ad esempio in una famiglia dalle 4 alle 6 persone, si consuma un livello di acqua che va dai 180 litri ai 200 litri. Ovviamente, per una coppia la quantità è minore e si aggira intorno ai 60 litri (misure medie approssimative).

Oltre quindi ad essere adeguato al consumo di acqua che in media facciamo, vanno considerati dello scaldabagno anche diversi altri fattori come la classe energetica. La classe energetica è una specificazione di categoria di efficienza energetica in cui un prodotto è inserito. In parole povere, la classe energetica divide l’efficienza di un impianto in diverse categorie A++, A+, A, B, C e così via; in termini di consumo energetico.

Uno scaldabagno che è inserito in una classe energetica alta (A++, A+, B) è spesso creato con il sistema di pompa di calore, alimentato ad energia elettrica.

Dove va posizionato lo scaldabagno elettrico?

scaldabagno lavandino

 

Per cercare di salvare il portafogli e ridurre i consumi, la scelta di lasciare costantemente acceso lo scaldabagno per doccia 24h / 24, è conveniente se paragonata alla scelta di accendere e spegnere lo stesso ogni qualvolta necessitiamo di acqua calda per la doccia.

L’ideale vedrebbe l’utilizzo di un timer che possa impostare l’accensione dello scaldabagno elettrico istantaneo a una determinata ora, magari in previsione poco prima di farci la doccia. Altra soluzione di risparmio è il corretto posizionamento del meccanismo. Oltre a scegliere la posizione adeguata per lo scaldabagno bisognerà anche migliorare il livello del bagno in toto, migliorando gli infissi e eventuali punti di contatto con l’aria esterna. Evitare assolutamente di posizionare lo scaldabagno vicino o rasente pareti umide, che sono preposti a disperdere il calore emesso.

Infine possiamo elencare diversi pro e diversi contro di uno scaldabagno elettrico istantaneo: i vantaggi nella scelta del boiler sono diversi tra questi figura la possibilità di scaldare l’acqua quando non è disponibile il sistema idraulico; la realizzazione di un bagno anche se l’ambiente non è predisposto, la vasta scelta e il prezzo sostenibile. Mentre a svantaggio c’è l’enorme consumo che esso comporta, specie se di classe energetica bassa, la dispersione di calore che comporta, l’ingombro in bagno e la progettazione per sistemarlo nell’ambiente.

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi