Vai al contenuto

Riparare i danni sul cartongesso, risparmiando

 

stuccare

 

In molte case oggi non è strano trovare delle pareti in cartongesso. Infatti può capitare che chi abbia un po’ di manualità, decida di fare dei piccoli interventi a casa e suddivida gli spazi in modo diverso. Invece di ricorrere ad un operaio, si monta da solo delle lastre in cartongesso.

Il procedimento è abbastanza semplice e in poco tempo si possono realizzare pareti divisorie per uffici, esercizi commerciali o abitazioni vere e proprie. La rifinitura finale è identica a quella delle pareti in mattoni.

Tanto che la differenza non si noterà neppure. Ovviamente non è lo stesso quando si tratta di agganciare oggetti alla parete. In questo caso fate molta attenzione al peso. Nonostante il cartongesso sia un materiale abbastanza resistente, è possibile che si danneggi.

In molti casi sul pannello di cartongesso possono comparire dei veri e propri buchi. Niente paura. Con un minimo di attenzione si può correre ai ripari. Ci vorranno un po’ di utensili, ma è probabile che siano già in garage o in cantina.

Riparare il cartongesso: cosa occorre sapere

 usare la spatola

 

In caso contrario un salto in ferramenta si può sempre fare. Innanzitutto procuriamoci dello stucco. Ci servirà per tappare i buchi e le crepe. Si consiglia di applicarne una quantità abbondante, aiutandosi con una spatola.

In questo modo si riuscirà ad entrare bene e in profondità nella fessura che si è creata. Bisogna poi prestare attenzione e rendere la superficie perfettamente liscia e senza avvallamenti o bozzi. Per facilitare questo lavoro si consiglia di usare i8una spatola molto larga.

Con un movimento fermo e deciso tirare lo stucco da una parte. Se non si è tanto pratici, si consiglia di lisciare quanto più possibile la superficie stuccata. Si vedranno meno difetti a lavoro finito. Aspettiamo poi che lo stucco asciughi completamente e procediamo a levigarlo con cura.

Come riparare i fori nel cartongesso

parete in cartongesso restaurata

 

Magari si può usare della carta vetrata. Ma non insistere mai con troppa forza. Agire molto delicatamente e senza fare tanta pressione. Passate lo stucco con la stessa tecnica, anche su lesioni minori come buchi molto piccoli o spaccature e crepe.

A questo punto la parete è pronta per essere tinteggiata di nuovo. Si consiglia di dare una prima mano di pittura bianca in modo da uniformare tutta la superficie.

Non si vedranno le impronte dello stucco e tutti i ritocchi che sono stati fatti. In un secondo momento, dopo che il bianco è asciugato completamente, dare la tinta preferita. Et voilà, la parete è tornata come nuova!

Iscriviti alla newsletter di Casafan

Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

Contenuti Premium

Update con gli ultimi trend

Cancellati quando vuoi