Vai al contenuto

Come pulire la pietra refrattaria: trucchi e consigli semplici

     

    Come pulire la pietra refrattaria: trucchi e consigli semplici

     

    La pietra refrattaria è sempre più utilizzata per cuocere pietanze speciali come pizza e pane. Raggiungendo e mantenendo costante temperature elevate, permette di ottenere una cottura uniforme e perfetta, come quella dei forni professionali di panifici e pizzerie.

    Si tratta di una lastra realizzata con materiali refrattari, cioè che resistono alle alte temperature, come l’argilla o la pietra cordierite (una lega composta da alluminio, ferro e magnesio), materiali altamente porosi, che permettono di assorbire l’umidità contenuta negli impasti e ottenere cibi ben cotti e fragranti.

    Le caratteristiche di questi materiali, la rendono ideale, anche come rivestimento dei forni a legna che arredano il giardino.

    Sebbene il suo utilizzo sia sempre più frequente, per alcuni versi, resta ancora un materiale poco conosciuto che genera dubbi su come curarla per farla durare nel tempo, o su quali prodotti utilizzare per non danneggiarla. Soluzioni ce ne sono diverse, semplici ed economiche. Rimedi fai da te, che rispettano la delicatezza di questo materiale. Evitare l’uso dei detersivi, perché essendo molto porosa, assorbe facilmente gli odori e le sostanze con cui entra in contatto. Non utilizzare spugne abrasive ma spazzole o spatole di plastica, che non graffiano la superficie.

    Come togliere il bruciato dalla pietra refrattaria?

    Come togliere il bruciato dalla pietra refrattaria?

     

    Prima di utilizzarla, si consiglia di pulirla con acqua tiepida ed asciugarla con un panno morbido. Successivamente, dopo ogni uso, può essere pulita ed igienizzata con acqua e aceto, oppure se ci sono macchie ostinate, si può utilizzare il bicarbonato. Efficace nella rimozione delle incrostazioni e delicato sulla superficie perché non graffia. Per lo sporco più difficile, si può sciogliere il bicarbonato in acqua calda, in pari quantità, creando una sorta di pasta. Ricoprire la superficie e dopo qualche minuto, passare con la spatola o con uno spazzolino e rimuovere i residui.

    Metodi fai da te che rispettano la delicatezza del refrattario e non ne compromettono la funzionalità. Ma per conservare la pietra a lungo ed in buono stato, ci sono altri piccoli accorgimenti da seguire. Prima di procedere con la pulizia, la pietra deve raffreddarsi completamente perchè è molto sensibile agli sbalzi termici e se si utilizza l’acqua per la pulizia, lasciare asciugare bene, almeno 24 ore. Va conservata in posizione orizzontale e per migliorare la sua naturale antiaderenza, si può utilizzare un sottile strato di amido di mais.

    Semplici istruzioni ed accorgimenti, che permetteranno di conservarla a lungo e in buono stato.

    Iscriviti alla newsletter di Casafan

    Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

    Contenuti Premium

    Update con gli ultimi trend

    Cancellati quando vuoi