Come ottenere un marmo antichizzato

prospetto marmo antichizzato

Se siete amanti dell’arte sicuramente vi sarà capitato di avere a che fare con delle sculture, delle colonne o dei capitelli. Le avete acquistate e tornati a casa vi siete accorti che il colore del marmo è troppo lucido e stonerebbe se messo in corrispondenza della vostra casa. Non preoccupate. Se volete evitare spiacevoli “orrori” di stile e volete preservare l’eleganza della vostra casa la soluzione che fa per voi risiede in questa guida che ti spiega come ottenere un marmo antichizzato.

Il primo passo è procurasi tutto ciò che ci serve al fine di ottenere un marmo antichizzato. L’ occorrente è formato da: fondi di caffè o antichizzante chimico, spazzola abrasiva e protettivo per la pietra. Il marmo appena lavorato appare sempre lucido, che sia bianco o rosato.

Il primo metodo per antichizzare il marmo è con l’uso di fondi di caffè. Raccogliamo diversi fondi di caffè (almeno 5/6) e mettiamoli tutti all’interno di una ciotola. Aggiungendo acqua bisognerà mischiare, al fine di ottenere una “crema” densa, ruvida, grumosa e compatta, non troppo liquida. Imbevuta una spugna nel composto provvederemo a lavare la superficie del marmo. Lasciando a riposo il marmo un po’ di tempo, il caffè agirà e penetrerà nel marmo, conferendogli un aspetto più scuro. Infine risciacquiamo il marmo.

Aspettando che si asciughi potremo scegliere se continuare con le passate o meno, a seconda dell’effetto finale. Quindi a marmo asciutto, se la tonalità è ancora troppo accesa, provvediamo a preparare dell’altro composto con i fondi di caffè e acqua, e ripassiamo la spugna imbevuta sulla superficie. Ripetiamo il processo fino a che non ci sentiamo definitivamente soddisfatti.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.