Distanza giusta dalla TV per una visione ottimale

 distanza giusta dalla tv

Qual è la distanza giusta dalla tv? A questa domanda, che tutti gli italiani si fanno, bisognerà rispondere seguendo le normative scientifiche che delineano gli esperti. Ciò che è sotto gli occhi di tutti è che gli schermi piccoli sono ormai un vecchio ricordo. Siamo arrivati agli schermi 4K, tra poco avanzeremo ancora, e qualsiasi casa possiede uno schermo HD.

Sicuramente non c’è una distanza giusta assoluta, che vada bene per tutti, da dove guardare la tv, infatti la distanza da mantenere dipende da diversi criteri, tra i più importanti ricordiamo: la qualità e la risoluzione dello schermo, la fonte dell’immagine (decoder, lettore dvd), dimensioni dello schermo, qualità e caratteristiche del tv (come la retroilluminazione) ma anche il tipo delle scene che osserviamo.

Essendo fattori variabili anche nel corso della stessa visione una distanza esatta non c’è, ma sicuramente possiamo calcolarne una che vada più o meno bene sempre. Una formuletta che può andar bene è il posizionarsi circa 2 o 3 volte la lunghezza diagonale dello schermo, di distanza dallo stesso. L’angolo di visione deve rimanere entro i 50 gradi.

Cosa significa tutto questo? In poche parola più grande è il televisore e ovviamente più distanti bisogna tenersi. La lunghezza diagonale come si calcola? Ovviamente conoscerete i pollici del vostro tv, e noi vi diciamo che 1 pollice corrisponde a 2,54 centimetri. Nella prossima pagina delle tabelle riassuntive.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.