Vai al contenuto

Come ricavare un bagno in mansarda

     

    vasca nel bagno in mansarda

     

    La mansarda è un elemento architettonico del tetto e la sua struttura è stata copiata dalla costruzione di certe case del tempo passato. I soffitti erano talmente alti che permettevano di sfruttare questo spazio per riporre cose vecchie e trattare il tutto come una soffitta.

    Questo locale si ricava tramite una particolare disposizione del tetto: una pendenza normale nella parte più alta e centrale e una pendenza più inclinata, quasi verticale, nella parte più perimetrale. Gli ambienti interni sottostanti prendono luce dalle finestre verticali o da abbaini posti nel tratto più inclinato.

    Di solito la mansarda è utilizzata come piccola camera per una sola persona o come cameretta per i bambini. E’ naturale che abbia anche bisogno di un bagno vivibile e ben attrezzato.

    Ci sono delle regole per costruire un bagno in una mansarda. Si devono rispettare delle misure minime, con una superficie minima calpestabile; un sistema di aereazione e uno per l’aspirazione dei fumi.

    Come realizzare il bagno perfetto in mansarda

    piccoli bagni in mansarda

     

    Bisognerà servirsi di un bravo tecnico che potrà fare un sopralluogo e aiutare chi vuole realizzare un bagno in questo piccolo spazio. In linea di massima, l’altezza minima del bagno, variabile da comune a comune, è di 2.40 metri.

    Se questo è possibile, si possono iniziare a progettare gli spazi giusti per disporre i sanitari. Se invece l’altezza non è sufficiente, si può intervenire a livello del tetto o del solaio.

    Per legge è importante rispettare delle distanze che interessano la costruzione e la posizione dei lavabi, dei sanitari e dell’eventuale doccia o vasca da bagno. Di norma tra il vaso e il bidet deve esserci la distanza minima di 20 cm, così come fra il bidet e la doccia. La distanza si riduce a 10 cm fra vaso e doccia e fra bidet e lavabo.

    Progettare e arredare un bagno in mansarda

    creare un bagno in mansarda

     

    Queste misure servono per potersi muovere con garbo nel bagno. E’ mportante rivolgersi ad una ditta seria, che possa capire quali sono le esigenze e fare una buona progettazione. Come arredare questo piccolo bagno?

    Scegliete arredi leggeri e tonalità chiare. Le trasparenze aumenteranno la leggerezza della stanza. Rivestite le pareti con piastrelle di un colore chiaro e brillante che accentui i riflessi sulle pareti. Oltre a creare un punto intorno ai sanitari certamente comodo da pulire contribuirà a dilatare l’ambiente.

    Gli oggetti sospesi possono aiutare molto. Uno scaffale sotto il lavandino dove riporre i saponi e il necessario per il bagno per esempio. Lo specchio sopra il lavabo con una cornice dorata aiuterà la luce a rimanere nella stanza. L’illuminazione generale sarà servita da faretti direzionali e snodabili e non si baderà al loro numero.

    Iscriviti alla newsletter di Casafan

    Per rimanere aggiornato su idee, novità, storie, tendenze, eventi e anteprime esclusive su casa e arredamento. Iscriviti!

    Contenuti Premium

    Update con gli ultimi trend

    Cancellati quando vuoi