La casetta da 18mq: per una vita più sostenibile

Piccolo è bello, una mini-casa per una vita più sostenibile

Il cantiere autogestito prevede che varie famiglie si riuniscano in Gruppi organizzati, diretti e seguiti nei lavori da personale professionale costituito da tecnici abilitati ed esperti.

Ogni famiglia dovrà contribuire alla costruzione di tutti gli alloggi che, solo alla fine, saranno singolarmente attribuiti, favorendo così la solidarietà e i rapporti sociali, che preluderanno a futuri buoni rapporti di vicinato.

Dal punto di vista economico bisogna fare ricorso al sostegno di banche sensibili a questo tipo di progetto e disposte a concedere mutui agevolati. Un vantaggio è che il mutuo si inizia a pagare a lavori conclusi, quando le famiglie hanno preso ormai possesso delle rispettive abitazioni.

Molte amministrazioni locali in Italia stanno favorendo questo processo, con indubbi vantaggi, visto che ciò consentirà loro un notevole risparmio sugli investimenti per l’edilizia popolare. Eppoi con le soluzioni, e le idee, d’oltreoceano le basi di partenza (per risparmiare) ci sono tutte.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *