Come piantare una siepe: consigli utili

siepi da giardino

Le siepi sono costituite da filari di piante, spesso sempreverdi, coltivate per svolgere alcune particolari funzioni; si utilizzano come linea di demarcazione di un confine, come protezione di particolari aree di un giardino, come riparo dal vento o dai rumori, come ombreggianti. Spesso vengono utilizzate piante sempreverdi, poichè mantenendo le foglie per tutto l’arco dell’anno, svolgono funzioni protettive anche durante i mesi invernali.

Generalmente le siepi si compongono di piante della stessa specie e della stessa varietà, quasi a comporre una “parete” vegetale compatta ed uniforme. Per rendere più piacevole alla vista la siepe è anche possibile utilizzare piante dello stesso genere, ad esempio tutte sempreverdi, ma di specie o varietà diverse, in modo da creare un’alternanza nel colore delle foglie o dei fiori, che rende la siepe più decorativa.

In molti, quando pensano a una siepe, si lasciano scoraggiare perché credono che piantarla sia particolarmente difficile e che si debba necessariamente ricorrere al giardiniere. Niente di più falso, ecco le semplici mosse per rendere l’impresa alla portata di tutti.

Disponete gli alberi a 4 metri di distanza l’uno dall’altro. Per piante vendute in vasi di 20 centimetri di diametro scavate buche larghe 40 centimetri e profonde 40-50 centimetri. Inserite nelle buche le zolle estratte dal vaso. Il colletto deve risultare 1-2 centimetri sopra al livello del terreno. Se volete alternante esemplari di pianta di una varietà e dell’altra.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *