Orto in novembre: semina e raccolto

orto in novembre lattiga

Chi ha la fortuna di possedere un orto sa che non ci si smette mai di lavorare. Ogni mese è il mese adatto per raccogliere o piantare qualche vegetale o qualche piantina. Il lavoro faticoso che si fa è pero ricambiato dai prodotti che la terra ci offre, buonissimi ma soprattutto salutari. L’orto in novembre vede molte specie di verdure terminare la crescita e richiamare a gran voce il contadino per essere raccolte, mentre per altre, è il momento adatto di piantarne i semini.

In questo mese in cui ormai siamo entrati da più di una settimana, sarebbe consigliato seminare diversi tipo di ortaggi, come piselli, ceci, le fave e le lenticchie, che potranno essere raccolti a partire dalla primavera (i piselli) fino a tutta l’estate. Si possono seminare anche insalate, dalla lattuga al radicchio, gli spinaci oppure aglio e cipolle. Comunque bisogna seminare ortaggi resistenti e forti, affinché possano resistere alle fredde e dure temperature gelide invernali.

Le semine oltre a essere fatte in piena terra, possono anche essere sviluppate in semenzai o in serre, in base al clima della zona di residenza delle piantine. Nelle regioni più fredde sono consigliati semenzai o serre casalinghe. Infatti preparando, ad esempio, semenzai con lattuga, rucola o valeriana, con il riscaldarsi della stagione le piante potranno essere trapiantate in piena terra. Quindi si possono usare i semenzai come semina provvisoria in attesa che arrivi la primavera.

Oltre alla verdura a novembre si possono coltivare gli alberi da frutto, come meli e peri. Possono essere piantati bulbi di tulipano e possono essere potati cespugli di rose o siepi. In base al calendario lunare, verrà consigliato di piantare diversi tipi di vegetali. In luna crescente (1 – 3 novembre e 19 30 novembre) potranno essere seminati con successo ravanelli, cerali, castagne e kiwi. La luna calante invece (5 17 novembre) preferirà la semina di cipolle, aglio, fave, finocchi, porri, carciofi, cavoli e cavolfiori.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *