Come riutilizzare vecchi libri come forme di design

Come riutilizzare vecchi libri come forme di design

Se è vero che l’industria editoriale si sta sempre più digitalizzando, che fine faranno i vecchi libri? Personalmente non c’è paragone nel leggere un buon vecchio e caro libro di carta, ma non c’è dubbio che (purtroppo) per molti di noi un libro non è un passatempo piacevole, ma qualcosa di passeggero, un semplice strumento da accantonare alla prima occasione, quasi un inutile e ingombrante sopramobile.

C’è chi invece, come Giulio Iacchetti, che dal 1992 si occupa di industrial design, riuso e ecosostenibilità, che si è spinto più in là e ha pensato di riusare i pesanti libri scritti da Bruno Vespa per la creazione di un bel tavolino. I libri si possono facilmente recuperare nei mercatini dell’usato: li si trova in ottimo stato, praticamente intonsi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *