Casa con passaporto, oggi li puoi comprare dove vuoi tu: ecco come fare

Casa con passaporto, oggi li puoi comprare dove vuoi tu: ecco come fare

In questi ultimi tempi si sta sviluppando un nuovo metodo d’investimento che consente a chi ha molto denaro, di trarre dei profitti incredibili da una compravendita di case. Tutto però fuori dall’Italia e il premio per questo trasporto di denaro in un altro paese è di avere anche la cittadinanza del luogo. Tutto ha avuto inizio nelle piccole Antille nell’isole di St. Kittis e Nevis. Era il 19 settembre 1983 quando il governo delle due isole chiese l’indipendenza dal Regno Unito.

In poco meno di un anno il governo del piccolo angolo di paradiso nel Mar dei Caraibi varò la legge sulla cittadinanza individuando le modalità per la sua acquisizione. Siamo ai Caraibi in un’isola verdeggiante e movimentata, di quelle perfette per fare le copertine dei cataloghi di viaggio per intenderci.

Attraverso i Citizenship by Investment Programs, adesso si può comprare una casa sul luogo, investendo nell’economia locale e si ha diritto anche alla cittadinanza e al passaporto. Per ottenere il passaporto della Federazione di Saint Kitts e Nevis basta un investimento immobiliare di 400.000 dollari o un contributo di 250 mila dollari al Sugar Industry diversification fundation, l’ente creato dal governo locale per diversificare l’economia nazionale e mantenere la stabilità economica.

C’è anche una procedura accelerata che prevede il pagamento di un minimo di 25 mila dollari e si può ottenere il passaporto entro il limite massimo di due mesi. La stessa cosa l’ha fatta anche Antigua & Barbuda. Seguendo lo stesso iter proposto da Kittis e Nevis si può anche lì comprare casa e passaporto. C’è poi l’isola di Antigua, nel Mar dei Caraibi, avvolta dal profumo del suo mare ed ornata dai villaggi in stile inglese nello scenario spettacolare delle sue spiagge bianche.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *