Come illuminare la cucina: idee e suggerimenti di design

 illuminare la cucina

Illuminare la cucina è un passaggio fondamentale, soprattutto perché la cucina stessa è una delle zone più vissute della casa e non può essere vissuta in penombra. L’illuminazione che andremo a dare alla cucina può essere di tre tipi: funzionale, decorativa, ambientale. Nel primo caso, l’illuminazione funzionale, è quel tipo di illuminazione che permette al piano di lavoro e alla zona di cottura di essere ben illuminate e a noi di lavorare tranquillamente escludendo fastidiosi punti di oscurità.

Il secondo caso è il caso dell’illuminazione decorativa, un tipo di illuminazione che punti a creare un’atmosfera che valorizzi l’ambiente. Terza e ultima tipologia di illuminazione è quella ambientale, che conferisce la giusta illuminazione all’intero ambiente.

Quindi, come già accennato, essendo la stanza più vissuta della casa, la cucina, specialmente la zona cottura devono necessariamente, senza se e senza ma, essere illuminati “al bacio”. Ricordate che una scarsa illuminazione, fa sprecare tempo e quindi consuma più energia e soprattutto affatica la nostra vista.

Risulterà quindi essenziale eliminare tutte le possibilità di formazione di zone d’ombra, anche grazie ad elementi orientabili facilmente, come fonti di luce la cui posizione può variare, non esagerare però, è importante. Soprattutto è importante sfruttare al meglio la luce naturale del sole che entra dalle finestre, porte e balconi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *