Come rimuovere il bruciato dalle pentole con un semplice foglio di alluminio

pulire con alluminio le pentole incrostate

In commercio esistono tanti tipi di pentole e spesso le tante cuoche provette o vecchie cuciniere, hanno le loro preferenze. Il più delle volte le più esperte, partono dal tipo di cibo da cucinare e scelgono il tipo di pentola.

Il ragù và preparato e lasciato bollire in un tegame largo e dal fondo alto. Non importa di che tipo è la pentola. Può essere di alluminio, di terracotta o di teflan antiaderente o di acciaio. Il brodo invece predilige una stoviglia alta e con bordi contenitivi. Le fritture vanno in padelle antiaderenti con piani ampi e pareti convesse.

Di solito è l’alluminio il metallo che offre la migliore combinazione fra le esigenze di formatura, resistenza meccanica e di conduttività, indispensabili ad un buon utensile da cucina. La capacità di condurre il calore è infatti un requisito essenziale per una buona pentola.

Un recipiente dotato di buona conduttività consente la regolazione efficace della temperatura nelle varie fasi di cottura, la distribuzione uniforme del calore su tutte le superfici, sia sul fondo che sulle pareti, la conseguente riduzione del rischio di surriscaldamenti locali e bruciature.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *