Inquinamento elettromagnetico in casa: come difendersi?

Inquinamento elettromagnetico in casa: come difendersi?

Facciamo subito un po’ di chiarezza, e non di allarmismo come fanno in troppi. L’uomo è stato sempre circondato da invisibili campi di forza di origine naturale: il campo magnetico della terra, del sole, le scariche elettriche che si propagano durante i temporali.

Mentre questi campi sono innocui per l’organismo umano, l’inquinamento elettromagnetico (elettrosmog) è rappresentato dall’alterazione di questo livello naturale. Il problema sollevato in questi ultimi anni viene dal fatto che, con lo sviluppo tecnologico, il normale livello di emissione elettromagnetica si è innalzato così tanto da diventare una minaccia per la salute.

Antenne, smartphone, televisori, radio, computer sono i maggiori responsabili di questo cambiamento. Sono tutti elettrodomestici presenti nelle nostre case che producono onde a radiofrequenze di una bassa potenza, che si sospetta possano provocare disturbi nel caso di un’esposizione continua e duratura nel tempo. Vediamo tutti i rischi.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *