Il tè bianco e i suoi benefici

preparare il tè bianco

Sapevate che esiste anche il tè bianco? Ebbene sì. Si tratta di un tipo di tè molto delicato che ha delle proprietà importanti capaci di donare un vero benessere all’organismo. Il tè bianco appartiene alle piante della famiglia Teacee. Dalle foglie opportunamente trattate di tali piante si ottiene il tè bianco.

La pianta del te è un arbusto alto 2-3 m. sempreverde con foglie alterne. Le foglie vengono raccolte quando la pianta ha raggiunto il terzo anno di vita. In Cina e in Giappone la raccolta delle foglie per il tè bianco viene praticata 3-4 volte l’anno mentre nelle regioni tropicali si raccoglie con cadenza più ravvicinata.

Il trattamento delle foglie comprende diverse operazioni: l’appassimento al sole, l’accartocciamento, l’avvolgimento delle foglie su se stesse per creare dei cilindri e la fermentazione delle stesse dopo essere state inumidite. Questa fermentazione fa anche variare la colorazione delle foglie, dal verde al bluastro.

Con questa preparazione si ottiene il prodotto detto tè nero, mentre l’esclusione della fermentazione permette di ottenere il tè verde. Per il tè bianco invece non si procede all’accartocciamento delle foglie. Tutte le qualità del tè che sono in commercio quindi si distinguono tra loro dalla provenienza delle piante e dal trattamento di essicazione da esse subito.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *