La tua casa cambia: arredamento industrial chic

La tua casa cambia: arredamento industrial chic

L’industrial chic, è inutile nasconderlo, è uno stile che piace un po’ a tutti. Questo stile nasce dalle numerose esigenze di trasformare un ambiente di lavoro, quindi un industria, un attività o una fabbrica, in un’abitazione. Questa abitazione, nata da un fabbricato dove si lavorava, ha necessariamente assunto un aspetto un po’ sporco, ma che poi si è imparato ad apprezzare dati i suoi vantaggi non solo estetici (circa la bellezza delle composizioni tubolari) ma anche economici (ad esempio interventi idraulici).

Ed è cosi, che da qualche anno, la moda dell’industrial chic ha cominciato a spopolare in tutto il globo e sempre più famiglie scelgono di tenere a vista gli impianti di casa, che siano idrici o elettrici. Questo permette al design di dare un forte imprinting stile industriale. Bastassero solo i tubi “nudi” forse questo stile non si sarebbe poi così diffuso. Infatti, oltre alla presenza di tubi scoperti è necessario anche l’utilizzo di altri materiali come il legno, i mattoni (probabilmente già a vista nell’ormai ex fabbrica) e molto colore scuro come cemento o antracite.

L’impatto visivo che si crea è un impatto unico nel suo genere, ma non sono solo gli occhi a godere di questo modo di arredare. Infatti gli impianti a vista portano una serie di vantaggi alla nostra economia, evitando di spendere per opere murarie al momento di manutenzioni straordinarie dell’impianto. Il problema che sorge è al momento della dispersione termica della linea calda, e la possibile formazione di condensa su quella fredda.

A soluzione di ciò intervengono i numerosi prodotti isolanti creati specificatamente per queste occasioni. I tubi che comunque resteranno a vista, sono generalmente di rame, o comunque rivestiti o colorati di rosso rame.

Commenta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *